“VITA INDIPENDENTE”: AL VIA I PROGETTI IN FAVORE DI PERSONE CON GRAVE DISABILITÀ FISICA, INTELLETTIVA, SENSORIALE

AMBITO SOCIO-TERRITORIALE MARMO PLATANO MELANDRO AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI PER LA VITA INDIPENDENTE IN FAVORE DI PERSONE CON GRAVE DISABILITA’ FISICA, INTELLETTIVA, SENSORIALE.

Data:
19 Maggio 2021

AMBITO SOCIO-TERRITORIALE MARMO PLATANO MELANDRO
AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI PER LA VITA INDIPENDENTE IN FAVORE DI PERSONE CON GRAVE DISABILITA’ FISICA, INTELLETTIVA, SENSORIALE.

La finalità dei Progetti di vita indipendente (PRO.V.I.) è quella di sostenere la “Vita Indipendente”, con la quale si intende la possibilità, per una persona adulta con disabilità grave, di autodeterminarsi e di poter vivere il più possibile in condizioni di autonomia, avendo la capacità di prendere decisioni riguardanti la propria vita e di svolgere attività di propria scelta.

DESTINATARI
Possono presentare istanza di finanziamento di un Progetto per la vita indipendente le persone con grave disabilità fisica, intellettiva, sensoriale, con capacità di esprimere direttamente o attraverso un amministratore di sostegno o in mancanza attraverso i familiari la propria volontà, in possesso dei seguenti requisiti:

– residenza in uno dei Comuni dell’Ambito Sociale MARMO PLATANO MELANDRO a cui afferiscono i seguenti Comuni: Balvano, Baragiano, Bella, Brienza, Castelgrande, Muro Lucano, Piceno, Ruoti, Sant’ Angelo Le Fratte, Sasso di Castalda, Satriano di Lucania, Savoia di Lucania, Tito, Vietri di Potenza;
– età compresa fra i 18 ed i 64 anni;
– certificazione di handicap grave, ai sensi dell’art. 3, comma 3 della legge 104/1992;
– valore ISEE del nucleo familiare ordinario/o ristretto;
– contratto di lavoro stipulato con l’assistente personale e dichiarazione INPS di inizio del rapporto di lavoro (codice del rapporto di lavoro INPS) o dichiarazione in cui il richiedente (o amministratore di sostegno o un familiare) dichiara che intende avvalersi, a titolo oneroso, di un assistente personale;
– descrizione della condizione abitativa e ambientale;
– non fruire dei contributi economici, di seguito specificati, erogati dalla Regione Basilicata:
– per l’assistenza ai malati in stato vegetativo e stato di minima coscienza persistente prolungato o cronico;
– per l’assistenza ai malati di SLA ;

-assistenza domiciliare (il richiedente qualora usufruisca dell’assistenza domiciliare da parte dei Comuni può optare per il progetto di vita indipendente e rinunciare all’assistenza).

ENTITÀ DELL’ASSEGNAZIONE DEL CONTRIBUTO MENSILE
L’intervento consiste nell’assegnazione di un contributo mensile, erogato per massimo 36 mensilità, ai richiedenti utilmente collocati in una graduatoria (stilata come specificato nel successivo art. 6), a copertura totale o parziale dei costi sostenuti e documentati dall’assistito, per l’assunzione di un  assistente personale, :finalizzata alla realizzazione del progetto per la vita indipendente ammesso al finanziamento
Nello specifico ai richiedenti, utilmente collocati in graduatoria, con:
– un valore ISEE compreso tra € 0,00 e € 8.500,00 è assegnato un contributo mensile fino a un massimo di € 1.000,00 a copertura totale o parziale dei costi sostenuti e documentati;

– un valore ISEE compreso tra €.8.501,00 e € 14.500,00 è assegnato un contributo mensile fino a un massimo di €. 800,00 a copertura totale o parziale dei costi sostenuti e documentati.

– un valore ISEE da €.14.501,00 a €.20.000,00, è assegnato un contributo mensile pari ad €.600,00 a copertura totale o parziale di costi sostenuti e documentati.

– un valore ISEE oltre €.20.000, in presenza di fondi disponibili viene attribuito un contributo pari ad €.400,00 a copertura totale o parziale di costi sostenuti e documentati.

BANDO VITA INDIPENDENTE

Ultimo aggiornamento

19 Maggio 2021, 17:57